Page d'accueilPlan du siteAjouter aux FavorisImprimerEnvoyer à un ami
Osteopata D.O Paris
Kinesitherapeute
Patrice Malaval
BPCO
Vign_k7110820
Definizione della malattia:

La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è una malattia prevenibile e curabile caratterizzata da una ostruzione cronica al flusso d’aria nelle vie aeree intratoraciche persistente ed evolutiva
Tale ostruzione è per sua natura progressiva e solo parzialmente reversibile con opportune terapie e può associarsi a significative manifestazioni sistemiche o alla contemporanea presenza di altre malattie.
La presenza di un rapporto FEV1/FVC inferiore a 0.70, dimostrata da un esame spirometrico eseguito dopo la somministrazione
di un broncodilatatore, è criterio necessario per confermare il sospetto clinico di malattia.
Nella definizione di BPCO è stata sottolineata l'affermazione"prevenibile e curabile" nell'ottica di fornire una prospettiva positiva ai pazienti e di incoraggiare la comunità sanitaria ad acquisire un ruolo più attivo nello sviluppo di programmiper la prevenzione della BPCO e di stimolare laadozione e la diffusione di programmi efficaci di trattamento per i pazienti.

Mortalità

I dati sulla mortalità per BPCO sono influenzati dalla tendenza ad indicare, in situazioni cliniche spesso complesse, altre malattie come causa principale del decesso. Pur con questo limite, la BPCO si situava al quarto posto fra tutte le cause di morte in Italia nel 2003, con un tasso di 6,9/10000 abitanti. Tale frequenza è diminuita in armonia con il decrescere della mortalità generale fra il 2003 e il 2006, portandosi ad un tasso annuale di 5,5/10000 abitanti e mantenendosi al quarto posto fra le cause di morte

Secondo l’OMS, la BPCO è la quarta causa mondiale di morte (dopo le malattie cardiovascolari, le infezioni respiratorie acute ed è al quarto posto con l’AIDS). Secondo una stima dell’OMS nel 2000 circa 2.74 milioni di persone sono morte di BPCO nel mondo.

Sono a richio BPCO?

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è un quadro nosologico caratterizzato dalla progressiva ostruzione al flusso aereo, non completamente reversibile. Questa riduzione del flusso è di solito progressiva ed associata ad una risposta infiammatoria a seguito dell'inalazione di particelle o gas nocivi.

BPCO broncopneumopatia cronica ostruttivaMentre nell'asma l'ostruzione bronchiale può essere reversibile, nella BPCO la funzione polmonare viene seriamente compromessa e non ritorna più alla normalità. E' comunque possibile arrestare la progressione della malattia ritardando o addirittura evitando la comparsa di future disabilità. L'approccio terapeutico sarà tanto più efficace quanto più precocemente sarà diagnosticata la malattia.

La BPCO è infatti una patologia subdola, in quanto i sintomi che la contraddistinguono insorgono soltanto in una fase avanzata, quando la funzione dell'apparato respiratorio è seriamente compromessa. Per questo motivo è molto importante che i soggetti a rischio (fumatori oltre i 40 anni) effettuino regolarmente semplici esami diagnostici (spirometria).

Per individuare i soggetti a rischio con elevata probabilità di soffrire di BPCO in uno stadio iniziale è stato messo a punto un test preliminare. Si tratta di un semplice questionario composto da cinque domande a cui il paziente è invitato a rispondere. Se la risposta ad almeno tre di queste domande è affermativa il soggetto ha buone probabilità di soffrire di BPCO. In questo caso è importante rivolgersi al proprio medico per prenotare al più presto una visita di controllo (spirometria).

tossite frequentemente?

avete catarro?

avete difficoltà di respiro o affanno?

avete più di quarant'anni?

siete un fumatore?

Altri fattori di rischio importanti che predispongono il soggetto alla BPCO sono:

il fumo passivo

l'esposizione ad inquinanti ambientali

l'esposizione a polveri e sostanze chimiche (vapori, irritanti, fumi) in ambito professionale

Fattori genetici (piuttosto rari)

perché la prevenzione è importante?

Anche se poco conosciuta la BPCO è una malattia a grosso impatto socio sanitario:

Colpisce circa il 7-8% della popolazione italiana (4 milioni di persone all'anno)

18000 morti all'anno di cui 50 al giorno solo in Italia

Se trascurata la BPCO diventa altamente invalidante fino a causare insufficienza respiratoria

Come si differenzia la BPCO dall’Asma?

Sia la BPCO che l’Asma sono ostruzioni croniche delle vie aeree, hanno sintomi comuni e spesso compaiono entrambi allo stesso paziente. Asma e BPCO comportano infiammazione delle vie aeree ma le caratteristiche intrinseche di tale infiammazione sono molto diverse, e di conseguenza anche la risposta al trattamento. Mentre la limitazione alle vie aeree nell’asma e’ spesso completamente reversibile, sia spontaneamente o con trattamento, nella BPCO non è mai completamente reversibile e di norma, se continua l’esposizione ad agenti nocivi è progressiva.

.
Patrice Malaval